Pezzi unici

Tortolì, tesori antichi recuperati dai carabinieri

Un esercizio commerciale esponeva quattro anfore e due ceppi d'ancora databili tra il V sec. a.c. ed il VII sec. a.c

Tortolì, tesori antichi recuperati dai carabinieri
Carabinieri
Una delle anfore ritrovate dai Carabinieri

In questi giorni i Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Cagliari sono stati impegnati in tutto il nuorese per controlli in merito al patrimonio archeologico illecitamente sottratto. A Tortoli, con il supporto della locale Stazione e dei colleghi di Barisardo, durante un controllo venivano notati in esposizione in un esercizio commerciale quattro anfore e due ceppi d'ancora, manufatti databili tra il V sec. a.c. ed il VII sec. a.c., ritenuti di ambito etrusco e romano (età imperiale e tardoantica). Subito sono scattati gli accertamenti del caso ed è stata interessata anche la locale soprintendenza A.B.A.P. che ha ritenuto i beni di notevole interesse storico scientifico, (l'anfora etrusca rappresenta un esemplare unico nel panorama archeologico isolano) il valore economico stimato si aggira sui 25.000 euro. A seguito del recupero sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Lanusei tre soggetti, indagati per "ricettazione di beni culturali" ed "impossessamento illecito".