Archeologia, addio a Marco Rendeli

L'etruscologo, docente all'università di Sassari, è morto improvvisamente a 62 anni nella sua casa di Sorso. I funerali domani a Roma

Archeologia, addio a Marco Rendeli
Tgr
L'archeologo Marco Rendeli

L'archeologo Marco Rendeli, studioso della civiltà degli Etruschi, autore di importanti scoperte di testimonianze etrusche in Lazio ed anche in Sardegna, è morto improvvisamente, per un malore, nella sua casa di Sorso all'età di 62 anni. Era professore di Etruscologia e di Navigazione marittima etrusca all'Università degli Studi di Sassari presso il Dipartimento di storia, scienze dell'uomo e della formazione. I funerali si svolgeranno venerdì 18 novembre, alle ore 15, nella parrocchia di San Marcellino e Pietro al Laterano a Roma. Rendeli si era laureato all'Università "La Sapienza" di Roma con una tesi di Etruscologia con professori Giovanni Colonna e Glida Bartoloni dove poi aveva conseguito il dottorato di ricerca, occupandosi di ricerche sull'Etruria meridionale costiera durante l'età orientalizzante ed arcaica. All'insegnamento in varie università ha affiancato l'attività di ricerca e scavo anche per conto del Cnr e quella di redattore presso le riviste "Archeologia e calcolatori" e "Atti e Memorie della Società Magna Grecia". Autore di numerose pubblicazioni, i suoi interessi spaziavano dall'etruscologia all'archeologia sarda. Dal 2018 era stato eletto membro ordinario dell'Istituto di Studi Etruschi e Italici. Rendeli era il direttore del Progetto Sant'Imbenia di Alghero, dedicato all'abitato nuragico di Sant'Imbenia: lo studioso ha scoperto lo sviluppo urbanistico che il villaggio acquisì grazie alla presenza di uno spazio aperto collettivo realizzato nel corso della seconda metà del IX secolo a.C., frutto di modelli dell'edilizia privata nuragica della tarda età del Bronzo-prima età del Ferro. Tra i suoi libri: "Muratori ho fretta di erigere questa casa. Concorrenza tra formazioni urbane dell'Italia centrale tirrenica" (Istiuto Nazionale di Archeologia, 1990), "Città aperte. Ambiente e paesaggio rurale organizzato nell'Etruria meridionale costiera durante l'età orientalizzante e arcaica" (Istituto Editoriali e Poligrafici, 1993), "La necropoli del Ferrone" (L'erma di Bretschneider, 1996),