Mancano fondi, scuole e strade a rischio nel nord Sardegna

Dopo la lettera dell'amministratore della Provincia di Sassari Pietro Fois, la risposta del ministro con delega al PNRR Fitto. Presto un incontro col Governo

Mancano fondi, scuole e strade a rischio nel nord Sardegna
Ansa
ANSA

L'appello lanciato ieri dall'amministratore straordinario della provincia di Sassari Pietro Fois non è caduto nel vuoto. Dopo la lettera inviata alla presidente del Consiglio Meloni, al ministro per l'Istruzione Valditara e al ministro con delega al PNRR Fitto, oggi la risposta di quest'ultimo. La richiesta è stata presa in carico: al più presto ci sarà un incontro per risolvere le criticità evidenziate nella missiva. Il commissario provinciale ha sottolineato la grave crisi socio-economica in cui versa il territorio sassarese. Nello specifico, mancano i soldi per garantire i servizi minimi, a partire dalla scuola. C'è un reale rischio che i ragazzi degli istituti superiori, di competenza della provincia, debbano tornare alla Dad, a causa dell'impossibilità di far fronte a costi di luce e gas triplicati. Ma nella lista delle emergenze non figura solo il caro bollette. Ci sono da mettere in sicurezza oltre ottanta plessi scolastici, più di duemila e trecento chilometri di strade provinciali e centinaia di opere d'arte e ponti. Per farlo servono investimenti di milioni di euro.