93 migranti trasferiti da Lampedusa a Cagliari. Monsignor Baturi: "Primo atto salvare vite"

L'intervento del segretario della Cei dopo l'emergenza nell'hotspot siciliano

93 migranti trasferiti da Lampedusa a Cagliari. Monsignor Baturi: "Primo atto salvare vite"
ansa
sbarco migranti

Sono 93 i migranti trasferiti dall'hotspot di Lampedusa a Cagliari, con un volo noleggiato dallo Stato e partito ieri sera da
Brindisi e arrivato attorno alla mezzanotte. Il gruppo e' stato provvisoriamente alloggiato nel centro di prima accoglienza di Monastir. La prefettura sta organizzando la loro sistemazione.  

"Il primo atto è quello di salvare delle vite. La vita dell'uomo vale ogni sforzo e ogni sacrificio". L'ha ribadito l'arcivescovo di Cagliari e segretario generale della Cei, Giuseppe Baturi, stamane a Cagliari a margine della presentazione del XVII report della Caritas su povertà ed esclusione sociale in Sardegna, a proposito della situazione dei migranti e dell'appello del Papa che invita a salvarli e ha sollecitato l'Unione europea a supportare l'Italia. 

"Il Papa ha parlato anche di altri verbi: salvare, accogliere, accompagnare e poi integrare", ha aggiunto Baturi. "Su questa azione complessa e' necessario coordinare le azioni di più Stati. Il fenomeno dell'immigrazione è globale e riguarda milioni e milioni di persone nel mondo".