Gara per i voli della continuità a Ita e AeroItalia, fuori Volotea

L'assessore Moro, l'ex compagnia di bandiera abbandona Alghero. Piovono le critiche e montano le proteste

Gara per i voli della continuità a Ita e AeroItalia, fuori Volotea
Ansa
Passeggeri in aeroporto a Elmas

Prime Ita e AeroItalia, fuori Volotea. È stata stilata, negli uffici dell'assessorato regionale dei Trasporti e dopo l'apertura delle buste con le offerte economiche, la graduatoria delle compagnie che hanno partecipato alla gara per le rotte agevolate in continuità territoriale per la Sardegna. 

Ita si aggiudica provvisoriamente le rotte di Cagliari, quella per Milano Linate in esclusiva (nessuno ha presentato altre offerte) 79 punti con un ribasso del 50,3 per cento, mentre quella per Fiumicino con 78,49 punti e un ribasso d'asta del 53,1%. 

Sulla Olbia-Roma e sulla Olbia-Milano, l'ha spuntata la neonata AeroItalia con 82 punti e un ribasso d'asta del 75 per cento. Sulla base anche della documentazione presentata, la commissione di gara provvederà alla proposta di aggiudicazione provvisoria. Prima di quella definitiva, e quindi della vendita dei biglietti, si dovrà comunque attendere il 31 gennaio per eventuali offerte senza compensazioni. 

Resta in attesa Alghero, per cui nessun vettore ha presentato offerte e che sarà oggetto di una procedura d'emergenza al Ministero il 4 gennaio. I vettori hanno snobbato lo scalo del nord ovest in particolare per le difficoltà logistiche e di movimento degli aeromobili. L'assessore Antonio Moro, però, punta il dito in particolare sulla ex compagnia di bandiera: "L'apertura delle buste con le offerte economiche fa emergere percentuali di ribasso che testimoniano l'appropriatezza degli importi posti a base d'asta per le aggiudicazioni delle rotte da e per Cagliari, Olbia e Alghero. Appare quindi ancora di più discutibile e per certi versi inaccettabile la scelta di abbandonare lo scalo di Alghero, tanto più se arriva da una compagnia partecipata al cento per cento dallo Stato italiano, cioè sostenuta con soldi pubblici". 

La gara prevedeva un'asta al ribasso con base di circa 52 milioni di euro: il Cagliari-Fiumicino-Cagliari vale 18,8 milioni (iva inclusa), quello per Linate 11,2 mln. Olbia parte da quasi 4 mln per la tratta da e verso Fiumicino e altrettanti per Linate. Più remunerativo anche se snobbato, il collegamento da Alghero che prevede 8,7 milioni su Fiumicino e 5,14 su Linate.