Sfida tra playmaker

Corini-Liverani, ex registi rosanero a confronto

I due si sono succeduti nel ruolo oltre un decennio fa. Oggi si affrontano da allenatori di due squadre che cercano solo la vittoria

Corini-Liverani, ex registi rosanero a confronto
TGR
Liverani e Corini

Palermo-Cagliari. Il derby delle isole che ritorna dopo l’ultima volta, la serie A 2016-17, ma anche il derby di due grandi registi rosanero che inevitabilmente avrà riflessi anche nel tema tattico della gara. Eugenio Corini e Fabio Liverani si sono infatti succeduti nel ruolo di playmaker nella squadra siciliana un decennio fa abbondante. Per l’attuale tecnico dei sardi, poi, si trattò anche dell’esperienza da giocatore più gratificante, con piazzamenti prestigiosi in campionato e una finale di Coppa Italia persa contro l’Inter.

Oggi i due si ritrovano l’uno di fronte all’altro in un confronto diretto in cui il pareggio sarebbe per entrambi un risultato inutile. Con una classifica così corta, come è quella del torneo cadetto, il punticino non inciderebbe né sulle sorti né sul morale del Cagliari come del Palermo. Viceversa, il successo consentirebbe ai rosanero di scavalcare i rivali, mentre ai rossoblù -reduci dalla vittoria casalinga contro il Perugia- offrirebbe una continuità mai conosciuta in questa stagione.

Per mister Liverani si registra la necessità di ritoccare per l’ennesima volta la formazione. Confermata l’assenza di Barreca -colpito da un attacco febbrile- la fascia sinistra andrà a Carboni, che nelle ultime uscite si è alternato con l’esterno ex Monaco. Non convocati ancora Mancosu e Rog. Per il primo si prospetta la soluzione Falco, sperimentato con successo sulla tre quarti nell’ultima gara di campionato, per il secondo -complice l’indisponibilità di Deiola- l’allenatore dovrà scegliere tra Makoumbou -se non preferito a Viola in regia- e Kourfalidis, che tornerebbe in mediana dopo l’esperimento da trequartista di rottura.