Cronaca

Daspo urbano a Senorbì: niente locali per un 35enne

A gennaio una prima denuncia minaccia aggravata e danneggiamento

Daspo urbano a Senorbì: niente locali per un 35enne
ansa
Auto della polizia

Condotte violente nella cittadina, di Senorbì - nel sud Sardegna - e così, per un 35enne di Siurgus Donigala, il questore di Cagliari ha disposto un daspo urbano.  Il provvedimento emesso al termine dell'istruttoria dei poliziotti della Divisione Polizia Anticrimine, su segnalazione della Compagnia dei Carabinieri di Dolianova. I fatti risalgono all'inizio dell'anno, quando a Senorbì la sua auto era stata danneggiata. Per reazione l'uomo aveva colpito con un calcio la vetrata di un negozio, mandandola in frantumi. Poi, con un coltello a serramanico, era andato alla ricerca del presunto autore del danneggiamento all'interno di un locale. Tra il panico degli utenti presenti in quel momento. Da lì la denuncia per i reati di minaccia aggravata e danneggiamento. La condotta violenta - spiega la Questura - tenuta in orario notturno, in prossimità nonché all'interno di un esercizio pubblico, in una zona particolarmente frequentata da persone di tutte le età, e numerosi giovani, ha provocato un grave danno alla sicurezza e alla tranquillità pubblica ed ha rappresentato un potenziale pericolo per l'incolumità delle persone.  Il provvedimento ora gli nega l'accesso  dalle 17 alle 6 a tutti i pubblici esercizi e locali nel Comune di Senorbì col divieto anche di stare anche nelle vicinanze.