Natale con i ricci , i pescatori tornano in acqua

Dopo il via libera della Regione, riprende la raccolta e anche i gestori dei chioschi si preparano a accogliere i consumatori dei prelibati frutti del mare

Natale con i ricci , i pescatori tornano in acqua
web
ricci di mare

Sono tornati in acqua i pescatori di ricci e già nei giorni delle feste di fine anno saranno allestiti a  Cagliari i chioschi negli spazi della pineta di Su Siccu. Il decreto dell'assessora dell'Agricoltura Valeria Satta che ha dato il via libera alla stagione, prevede solo quattro giorni di raccolta alla settimana per i pescatori professionisti. Anche i prelievi sono stati ridotti: ognuno potrà raccoglierne un massimo di 1000 (circa due ceste) quantità che raddoppia se gli operati sono in due e il sub si immerge dalla barca. La taglia minima di ogni esemplare dovrà essere di un diametro di cinque centimetri. 

Nonostante le restrizioni, pescatori e gestori dei chioschi si preparano così a recuperare una stagione che  fino a poche settimane fa era destinata a rimanere ferma per via del blocco di tre anni, una decisione della Regione presa per favorire il ripopolamento. Secondo gli esperti la raccolta indiscriminata degli anni scorsi, ha messo a forte rischio la popolazione di questi echinodermi nella gran parte delle coste dell'Isola e per questi motivi era necessario un fermo biologico duratura. Tuttavia, le proteste dei pescatori, anche per mancanza di indennizzi, hanno portato a una parziale marcia indietro da parte dell'esecutivo regionale e così si è giunti alla riapertura dei giorni scorsi. Pescatori in acqua e operai  a lavoro nella pineta di Viale Diaz  e tra pochi giorni anche i chioschi saranno pronti per la gioia dei tanti amanti di questo prelibato frutto del mare che nel periodo freddo presenta le gonadi  più grosse e può essere gustato sia da solo, sia come  condimento per la pasta o accompagnare altri piatti.