Nuovi casi a Busachi, stop alla movimentazione del bestiame

Il via libera della Regione è durato solo poche ore. Ministero costretto a dietrofront

Nuovi casi a Busachi, stop alla movimentazione del bestiame
Ansa
Bovini

Il sollievo degli allevatori sardi è durato poche ore. Arriva un nuovo stop alla movimentazione dei capi di bestiame dopo che la Regione aveva comunicato il via libera, in accordo con il ministero e le istituzioni coinvolte, annullando il blocco causato dalla cosiddetta malattia del cervo. L'esito di nuove analisi giunto dal Centro di referenza nazionale per le malattie esotiche di Teramo, ha riscontrato la positività in alcuni capi a Busachi, in provincia di Oristano. Così il ministero è stato costretto a fare dietrofront. Tanta l'amarezza da parte degli allevatori. "Una bruttissima notizia che arriva proprio nel giorno in cui abbiamo creduto di poter tornare alla normalità  - ha commentato il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu -. In attesa di ulteriori aggiornamenti, chiediamo che venga consentita comunque la movimentazione dei ruminanti e che in tempi stretti si possa arrivare allo sblocco totale".