L'omicidio di Arborea

Uccise lo zio, condannato a 15 anni e dieci mesi di carcere

L'ex sottoufficiale dell'esercito Paolo Fonsatti, 73 anni, nell'agosto 2021 fu trovato senza vita nella sua abitazione. Il nipote Giancarlo, 56 anni, confessò di averlo aggredito a coltellate

Uccise lo zio, condannato a 15 anni e dieci mesi di carcere
Ansa
Paolo Fonsatti e l'abitazione dove fu trovato senza vita

È  stato condannato a 15 anni e dieci mesi di carcere il 56enne Giancarlo Fonsatti, ritenuto responsabile dell'omicidio dello zio Paolo Fonsatti, 73 anni, sottoufficiale in pensione dell'esercito, avvenuto ad Arborea il 18 agosto 2021, nella casa della vittima.  A emettere la sentenza il tribunale di Oristano, al termine del processo celebrato con rito abbreviato. Dopo aver sostenuto inizialmente la tesi di una rapina finita male, l'uomo aveva confessato il delitto, aiutando le forze dell'ordine a ritrovare il coltello con cui aveva colpito lo zio. Arma che poi aveva gettato nello stagno di Santa Giusta. Secondo gli inquirenti,  Paolo Fonsatti aveva probabilmente rifiutato al nipote una somma di denaro. Da qui il litigio e l'aggressione.