Agguato nel nuorese: autopsia, fatali due fucilate al torace

Proseguono le indagini, vittima aveva già subito attentati

Agguato nel nuorese: autopsia, fatali due fucilate al torace
Tgr Rai
Omicidio a Ortueri

Due colpi di fucile al torace che hanno perforato organi vitali come cuore e polmoni: sono la causa della morte di Graziano Loddo, l'allevatore di 54 anni di Ortueri ucciso domenica mattina davanti al cancello della sua azienda a Preda Litterada, al confine con Neoneli. Lo ha stabilito l'autopsia eseguita dal medico legale Roberto Demontis nel Policlinico di Monserrato. I familiari della vittima sono in attesa del nullaosta della procura di Oristano, che coordina le indagini, per
poter riportare la salma del loro congiunto in paese per i funerali, che si terranno domani nella chiesa di San Nicola a
Ortueri. 
Domenica mattina uno o più killer hanno agito indisturbati lasciando che la vittima finisse la mungitura. Il corpo è stato
ritrovato verso le 10 da un passante che ha pensato ad un malore. Il movente dell'omicidio resta avvolto nel mistero anche se Loddo da qualche tempo si sentiva nel mirino: qualche anno fa un raid incendiario ha distrutto l'auto parcheggiata sotto casa dell'ex moglie da cui si era separato. L'ultima intimidazione lo scorso luglio quando ignoti hanno dato fuoco alla sua azienda, bruciando il capannone in cui teneva  fieno, sughero e attrezzi da lavoro andati distrutti.
Gli investigatori lavorano incessantemente alla ricerca della Fiat Panda che l'uomo utilizzava per andare in campagna e del suo telefono cellulare.