Arbus, pensa di vendere un paraurti ma gli svuotano il conto

La vittima aveva disposto bonifici sulle carte dei due truffatori credendo di ricevere il denaro pattuito

Arbus, pensa di vendere un paraurti ma gli svuotano il conto
Ansa
La donna è stata arrestata

Un nuovo caso di “truffa Atm” è stato denunciato in Sardegna. Un uomo di 31 anni di Arbus si è fatto convincere ad effettuare nove ricariche su tre diverse carte PostePay, per un totale di 2.250, nella convinzione di ricevere il pagamento di un paraurti messo in vendita online sul portale Subito.it. I carabinieri sono risaliti ai presunti truffatori, due residenti a Roma di 49 e 40 anni, già noti alle forze dell'ordine. Il 22 marzo scorso i due, ora indagati dalla procura di Cagliari, avevano indotto in errore l'acquirente che da uno sportello Atm di Poste Italiane aveva disposto le nove ricariche: eseguendo le istruzioni di uno dei falsi acquirenti, invece che ricevere il denaro pattuito, la vittima aveva disposto bonifici sulle carte dei due truffatori. Quando si è accorto che il saldo del suo conto calava, invece, di aumentare, il 31enne si è rivolto ai carabinieri, che hanno identificato i due anche grazie alla collaborazione dell'amministrazione di Poste Italiane.