Comunità verdi, i Comuni del Coros esclusi dai finanziamenti del Pnrr

Dei circa 14 milioni assegnati all'Isola, ne saranno utilizzati 12 milioni e mezzo. Il resto delle risorse andrà ad altre Regioni. Protestano i sindaci che scrivono al Governo

Comunità verdi, i Comuni del Coros esclusi dai finanziamenti del Pnrr
Tgr Sardegna
Il nuovo governo

129 milioni del Pnrr da distribuire tra tutte le regioni per interventi energetici, ambientali e sociali. La scorsa estate l'avviso è stato pubblicato dal Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie della Presidenza del Consiglio. Dalle graduatorie di merito ora approvate, emerge che alla Sardegna sono stati destinati poco meno di 14 milioni. Leggendo le cifre si scopre che il Dipartimento assegnerà circa 12 milioni e mezzo ai primi tre progetti proposti nell'isola escludendo quelli presentati dall'Unione del Coros, 12 centri in provincia di Sassari con una popolazione di 40mila residenti. Programmi per la realizzazione di ippovie, sentieri naturalistici, impianti fotovoltaici finiti in quarta posizione e non finanziati nonostante fossero ancora disponibili 1milione 254mila euro. Le somme sono state dirottate altrove, ad esempio in Lazio e Lombardia, lamentano i sindaci. I primi cittadini del Coros parlano di scippo. Lo hanno scritto in una lettera inviata al ministro Calderoli, ai parlamentari sardi, alla giunta e al consiglio regionale. I fondi negati avrebbero potuto incoraggiare lo sviluppo delle comunità verdi che sfruttano in modo equilibrato le risorse principali del territorio e possono instaurare un rapporto sussidiario e di scambio con le comunità urbane e metropolitane migliorando la qualità della vita.