Il giallo di Olbia, macchie di sangue nella casa degli indagati

I carabinieri cercano ancora il corpo di Rosa Bechere, la sessantenne scomparsa cinquanta giorni fa

Il giallo di Olbia, macchie di sangue nella casa degli indagati
Tgr

Nei prossimi giorni, probabilmente a inizio settimana, i Ris completarenno gli accertamenti tecnici. L'ultimo luogo da passare al setaccio sarà l'appartamento di via Petta, dove Rosa Bechere, la pensionata di 60 anni abitava fino al giorno della sua scomparsa. Un'inchiesta delicata e solo all'inizio su cui la Procura di Tempio mantiene il massimo riserbo dopo l'iscrizione nel registro degli indagati degli ex vicini di casa della donna: Maria Giovanna Meloni e Giorgio Beccu accusati di omicidio, occultamento di cadavere, rapina e lesioni. Nelle abitazioni di proprietà della coppia - la casa di via Aretino a Olbia e il vecchio stazzo a Su Canale, frazione del comune di Monti - i carabinieri del reparto investigazioni scientifiche di Cagliari hanno concluso i sopralluoghi, rilevando alcune tracce ematiche che però solo dopo le analisi e gli accertamenti genetici potrebbero dare qualche risposta in più alle indagini. La coppia che tramite il proprio legale si dichiara innocente sarà interrogata giovedì prossimo dal magistrato negli uffici della caserma del reparto territoriale di Olbia.