Le indagini sulla sparatoria

In un manoscritto la versione di Urgias

L'uomo, che ha sparato contro due colleghi nell'Ecocentro di Alghero e poi si è suicidato, ha fatto consegnare dopo al sua morte il documento ad un avvocato

In un manoscritto la versione di Urgias
Tgr Sardegna
Il luogo della sparatoria

Un documento scritto a mano da Antonio Rosario Urgias potrebbe entrare tra gli atti di indagine e rivelare i particolari su quanto accaduto il 30 dicembre nell'Ecocentro di Alghero. L'operaio di 42 anni venerdì mattina prima ha gambizzato due colleghi dell'azienda per cui lavorava e poi si è tolto la vita. Lo scritto è stato consegnato ai Carabinieri e alla Procura, che ne era già stata informata, dall'avvocato Elias Vacca. Le sedici pagine sono state recapitate da una persona vicina a Urgias, cui era stato affidato il compito di far giungere il documento al legale. Un testo - sottolinea l'avvocato Vacca - in cui l'uomo racconta vicende relative al suo lavoro e ai rapporti all'interno della ditta.