Il vertice tra Regione e sindacati

Medici di famiglia, accordo raggiunto

Prevista la creazione di uno sportello unico per la semplificazione in ogni distretto, per ridurre il carico burocratico, e una lista di sedi disagiate, con indennità compensative

Medici di famiglia, accordo raggiunto
Ansa
Un medico di famiglia

Massima disponibilità al dialogo coi medici di famiglia. Ma sull'aumento temporaneo - da 1.500 a 1.800 - del tetto massimo di pazienti per ciascun professionista, la Regione tira dritto.  In serata l'accordo con i sindacati: primo punto, ridurre la burocrazia che porta via a ciascun medico il 30 per cento del tempo. In ogni distretto sanitario nascerà dunque uno sportello unico per la semplificazione che gestirà buona parte delle pratiche amministrative sanitarie. 
Sono stati poi individuati 85 comuni disagiati e 33 molto disagiati. Ai medici che accetteranno di lavorare in questi centri verrà riconosciuta un'indennità compensativa.