Elezioni comunali

Amministrative, centrodestra diviso sul candidato per Oristano

Torna in discussione la scelta di Massimiliano Sanna dei Riformatori, entro sabato le liste

Erano tutti d'accordo. Anche i referenti locali del Psd'az. E invece, a poche ore dalla presentazione delle liste, sul candidato sindaco di Oristano il centrodestra è finito nel caos. L'intesa stretta a livello locale sul nome di Massimiliano Sanna, in quota Riformatori, a Cagliari non è piaciuta. Soprattutto al presidente della Regione. Secondo fonti di maggioranza, Solinas ha deciso di virare su un altro profilo, quello di Marcello Serra, moderato, ex amministratore locale. C'è chi dice che la vicenda si sia riaperta a causa di un altro dossier la cui soluzione è attesa a giorni: quello del rimpasto di giunta. Sul nome di Serra si è creato d'altronde un asse tra Solinas e Sardegna 2020, la cui assessora regionale Anita Pili è data in bilico. 

Un fatto è certo: in queste ore i telefoni dei vertici regionali del centrodestra sono bollenti. Impossibile prevedere il risultato di una partita che nessuno pensava ormai di dover giocare. La coalizione che su Sanna aveva trovato una difficile unità potrebbe spaccarsi. Anche perché l'eventuale accordo raggiunto a Cagliari potrebbe non reggere a livello locale. 

Hanno invece deciso da tempo il loro candidato centrosinistra e 5 stelle: è Efisio Sanna, attuale capogruppo Pd nel consiglio comunale oristanese. In corsa per la poltrona di sindaco dell'unico capoluogo di provincia al voto anche l'artista Filippo Murgia. Più in salita ma ancora possibile la candidatura dell'ex vicesindaco Sergio Locci.