Violenza in piazza Matteotti

Bullismo in centro, ragazza aggredita e picchiata

Denunciate dalla squadra mobile due sedicenni e una ventenne. All'origine della discussione un ragazzo conteso

Un piazza ancora gremita. A due passi il municipio e la stazione di Cagliari. La lite furibonda per un ragazzo conteso si trasforma in un brutale pestaggio. Una giovane viene presa a calci e pugni da tre ragazze davanti agli occhi dei passanti.  Secondo quanto ricostruito dalla squadra mobile, le tre si sono scagliate contro la loro coetanea perché un ragazzo aveva fatto degli apprezzamenti gentili nei suoi confronti, dopo aver respinto una delle bulle, che aveva tentato un approccio con lui. La ragazza respinta, a quel punto, ha iniziato a offendere e minacciare la coetanea e poi, in un crescendo di insulti, l'ha afferrata per i capelli e ha iniziato a picchiarla con l'aiuto delle altre due amiche. La vittima è quindi caduta a terra poi le hanno sferrato alcuni calci alla testa e all'addome, arrivando persino a strapparle i capelli. Tutto questo davanti ai passanti che non solo non l'hanno aiutata ma non hanno nemmeno allertato le forze dell'ordine. La vittima è finita all'ospedale. Dimessa con una prognosi di dieci giorni a causa delle contusioni riportate alla testa. Poi Le minacce nei giorni successivi sono proseguite sui social e a quel punto la giovane vittima ha deciso di rivolgersi alla polizia che ha rintracciato e denunciato le responsabili dell'aggressione: due sedicenni e una ventunenne ora accusate di lesioni aggravate e minacce.