Nefrologia a Ozieri: il reparto non chiude ma la soluzione è tampone

In pochi anni si è passati da sette a due medici, di cui un solo nefrologo. Pazienti neurologici costretti a spostarsi a Sassari per il piano terapeutico

Per 36 pazienti in dialisi che arrivano anche da molto lontano la soluzione tampone è arrivata nel tempo limite per scongiurare la chiusura del reparto di nefrologia dell'ospedale di Ozieri. Il medico arriva da Sassari, è prossima alla pensione, e dovrà fare i conti con ritmi di lavoro molto elevati. In pochi anni si è passati da 7 a 2 medici, di cui un solo nefrologo. La conseguenza è che Nefrologia non non può più fare prevenzione, i pazienti di neurologia sono ormai costretti a recarsi a Sassari per fare il piano terapeutico. E con il tempo è scomparsa l'assistenza per i pazienti di cardiologia e oculistica.
Il ridimensionamento di Ozieri, unico presidio ospedaliero insieme a quello di Alghero, era cominciato con l'accorpamento delle ASL sotto la direzione di Sassari. Se alcune falle sono legate alla gestione, la maggior parte si riconducono a un unico grande problema sistemico: l'assenza di medici e di incentivi per favorire alcuni territori e alcune specializzazioni.
 

Guarda il servizio di Nicola Accardo