L'inchiesta: la procura lavora su due filoni di indagine

Truncu Reale, incendio sotto controllo

Vigili del fuoco ancora al lavoro per spegnere gli ultimi focolai. Monitoraggio di Arpa Sardegna sulla qualità dell'aria

Dopo 48 ore ininterrotte di lavoro, l'incendio all'interno dello stabilimento di gestione dei rifiuti di Truncu Reale a Sassari sembra finalmente sotto controllo, anche se le operazioni bonifica proseguiranno per la terza notte consecutiva. Parte dei capannoni è a rischio crolli e l'aria è ancora irrespirabile, anche se la nube tossica di fumo nero che si era sprigionata subito dopo lo scoppio del rogo, sabato pomeriggio, sembra ormai domata. Gli esperti del Dipartimento di Prevenzione di Sassari, insieme all'Arpas, stanno analizzando campioni di terra e aria, per capire quali siano i rischi effettivi per la salute di persone e animali. Intanto la procura di Sassari, che per stabilire le cause dell'incendio ha aperto un fascicolo per incendio doloso aggravato, lavora anche sui possibili collegamenti con un'altra indagine. Quella sulla morte di Antonio Masia, l'operaio trovato senza vita all'interno dell'impianto il 25 luglio scorso, sul corpo del quale il magistrato ha disposto l'autopsia, ancora da eseguire. Poche ore prima che scoppiasse l'incendio, la polizia si era presentata sul posto per sequestrare documentazione e telefoni.