La campagna

Linguaggio d'odio in rete, ecco le buone "stories"

L'idea è della Commissione regionale Pari Opportunità, la realizzazione degli animatori della Sardegna Film Commission. Cosi sono nati i contenuti da condividere sulle piattaforme social per dissuadere i minori da comportamenti diseducativi

Le “stories” appariranno inizialmente sui siti e sui profili social delle scuole che ne sono dotati. Sarà la commissione pari opportunità a coinvolgere gli insegnanti nel sensibilizzare gli alunni alla condivisione sui propri social attraverso un tour tra gli istituti del territorio.