Sicilia
20 Agosto 2019 Aggiornato alle 19:25
Cronaca

Spento l'incendio al petrolchimico di Priolo. Il nodo sicurezza

Due squadre dei vigili del fuoco di Siracusa hanno lavorato per spegnere le fiamme esplose nell'impianto della ex Syndial, ora Versalis stabilimento dell'Eni. Nessun ferito
Credits © Tgr I getti d'acqua dei vigili del fuoco per spegnere l'incendio
I getti d'acqua dei vigili del fuoco per spegnere l'incendio
Le fiamme sarebbero esplose nella zona dei forni, non in quella dove si stocca l'etilene, la sostanza, estremamente infiammabile, che si produce in questo stabilimento. L'impianto è tra quelli classificati ad elevato rischio. La causa sarebbe stata la rottura di alcune tubazioni che ha provocato la fuoriuscita di olio poi finito su un forno prendendo fuoco. Scoppiato alle 16.30, ha impegnato le squadre dei vigili del fuoco aziendali, di Siracusa e Augusta ma anche polizia e carabinieri. In supporto anche due squadre di protezione civile ma non c'è stato bisogno di attuale il piano d'emergenza.
Fortunatamente nessun operaio è rimasto coinvolto nell'incendio.

Una colonna di fumo nero si è però alzata dall'impianto. 

Nel maggio del 1985 nello stesso sito, ma allora dell'azienda Icam, si sviluppò un incendio che durò tutta la notte, arrivando fino ai punti di stoccaggio che causarono pesanti esplosioni e grandissima preoccupazione per tutti gli abitanti di Augusta, Priolo, Melilli e Siracusa. Sito oggi comunque totalmente diverso. Stavolta i sistemi di allarme e antincendio sono scattati in tempo ad evitare il peggio. 

Il video e le foto.
Incendio al petrolchimico, nella zona di PrioloIncendio al petrolchimico, nella zona di Priolo
Nube di fumo al Petrolchimico a PrioloNube di fumo al Petrolchimico a Priolo

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca