Sicilia
    24 Ottobre 2020 Aggiornato alle 22:20
    Cronaca

    Condanne definitive a 20 anni per 3 scafisti della 'strage di ferragosto'

    Confermata la sentenza d'appello del 28 maggio scorso, per i 3 scafisti riconosciuto il reato di omicidio volontario
    Credits © ansa migranti
    migranti
    La condanna a 20 anni è definitiva. I tre scafisti del barcone con a bordo 313 migranti e i corpi di altri 49 morti nella traversata, soccorso nel Canale di Sicilia nell'estate 2015, riconosciuti colpevoli di per omicidio volontario.
     La Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso delle difese contro la sentenza della Corte d'assise d'appello di Catania, presieduta da Elisabetta Messina che, il 23 maggio 2018, accogliendo la richiesta del Pg Angelo Busacca,aveva confermato la sentenza di primo grado, emessa nell'ottobre 2016 dal Gup Giovanni Cariolo, nel processo per la 'strage di ferragosto'. Superstiti e vittime arrivarono a Catania il 17 agosto 2015 a bordo della nave norvegese Siem Pilot. Gli imputati, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e omicidio - il libico Mohamed Assayd, 20 anni, il marocchino Mustapha Saaid e al tunisino Mohamed Ali Chouchane, quest'ultimo accusato di essere il comandante, entrambi di 25 - si dicono innocenti.
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca