Sicilia
    02 Dicembre 2021 Aggiornato alle 17:56
    Politica & Istituzioni

    La Corte dei Conti bacchetta la Regione

    E' quanto emerge dalla relazione delle sezioni riunite della Corte dei conti, riunita in adunanza pubblica a Palermo, alla presenza del governo della Regione, per la parifica del rendiconto regionale del 2018
    Credits © Tgr Corte dei Conti
    Corte dei Conti
    La Regione siciliana dovrà trovare, e appostare nell'esercizio finanziario per il 2019, le coperture, pari a 1,103 miliardi di euro, del disavanzo. E' quanto si legge nella relazione delle sezioni riunite della
    Corte dei conti, riunita a Palermo in adunanza pubblica, alla presenza del governo della Regione, per la parifica del rendiconto del 2018. Un altro miliardo dovrà invece, essere coperto negli esercizi considerati nel bilancio di previsione e in ogni caso non oltre la durata della legislatura regionale.

     Le sezioni riunite della Corte dei conti "stigmatizzano", ancora una volta, il "modus operandi della Regione siciliana che sottrae sistematicamente alla gestione di bilancio una quota rilevante degli accantonamenti di legge, generando una impropria capacità di spesa". E' quanto emerge dalla relazione delle sezioni riunite della Corte dei conti, riunita in adunanza pubblica a Palermo, alla presenza del governo della Regione, per la parifica del rendiconto regionale del 2018. I giudici contabili si riferiscono al risultato complessivo della gestione finanziaria 2018, che è negativo: -1,02 miliardi.
    "Al riguardo - scrivono i giudici - va evidenziato che una parte consistente di tale deficit si è creata per effetto della gestione parzialmente fuori bilancio dei fondi iscritti nella parte accantonata, pari a 415.867.140,93 euro".
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Politica & Istituzioni