Sicilia
    28 Ottobre 2020 Aggiornato alle 18:03
    Cronaca

    Rivolta al CPR di Pian del Lago

    La protesta sarebbe scoppiata dopo il decesso di ospite. Non ci sarebbero feriti
    Credits © tgr migranti
    migranti
    Rivolta nel CPR, il Centro di permanenza per il rimpatrio, di Caltanissetta dopo la morte di un tunisino di 34 anni ospite del centro di detenzione amministrativa. Sarebbero stati bruciati alcuni materassi nelle camerate per protesta dopo il decesso dell'uomo in attesa del rimpatrio. 
    Per la prefettura, che ha sentito il parere di un medico legale, il nordafricano sarebbe morto per cause naturali, non meglio specificate. Dopo l'uscita della salma, per la quale gli altri migranti avevano pregato insieme, è scoppiata la protesta. Per domare le fiamme sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco.

    La struttura di Pian del Lago è composta da due centri di natura diversa, il Centro di accoglienza per richiedenti asilo che è una struttura aperta finalizzata all'esame delle domande di protezione e il Cpr, da cui le persone non possono uscire fino al rimpatrio o alla fine del periodo di detenzione amministrativa.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca