Sicilia
    23 Ottobre 2020 Aggiornato alle 23:25
    Cronaca

    Lo spaccio pubblicizzato con video sui social, 27 arresti a Siracusa

    Polizia e Carabinieri hanno sgominato due gruppi criminali per traffico di droga ed estorsione. L'indagine coordinata dalla procura distrettuale di Catania
    Credits © web
    L'indagine antidroga "Demetra" ha portato alla scoperta di due gruppi criminali che si occupavano dello spaccio di sostanze stupefacenti a Siracusa: il primo gruppo della "Via Italia", che ha la sua base logistica in via Italia 103, ed anche la vicina piazza San Metodio, dove i pusher del gruppo ruotavano in turni prefissati per garantire la possibilità di acquistare la droga in qualunque momento della giornata. Il gruppo aveva una organizzazione gerarchica all'interno della quale ciascun affiliato svolgeva compiti ben precisi in cambio dello "stipendio" settimanale.

    Secondo gli inquirenti l'imponente giro d'affari, migliaia di euro al giorno, risulta documentato anche da uno degli stessi indagati nei cui confronti è stata riconosciuta l'aggravante di aver diretto il sodalizio, Corrado Greco, che attraverso filmati pubblicati su un social network, si ritraeva mettendo in mostra un rilevante quantitativo di denaro in banconote di vario taglio su un tavolo, accompagnando uno dei video con un brano musicale evocativo dell'attività illecita del narcotrafficante "Pablo Escobar".

    Il secondo gruppo della "via Immordini" operava in una zona denominata "Case Parcheggio". Il gruppo acquistava la droga dall'organizzazione della "Via Italia". Anche il gruppo di Via Immordini era strutturato gerarchicamente ed operava attraverso la predisposizione di ruoli, la turnazione dei "pusher" e la distribuzione dello "stipendio" agli associati. Addirittura alcuni della banda avrebbero confezionato un video promozionale sui social network in cui viene fatto riferimento al sodalizio della via Immordini denominato "Case Parcheggio": nel video compaiono alcuni indagati con lo sfondo delle immagini del quartiere delle Case Parcheggio e la figura della statua della libertà che imbraccia un fucile mitragliatore al posto della fiaccola. Un esplicito invito rivolto ai potenziali "clienti" con la frase "Veniteci a trovare". 

    Il servizio di Antonella Gurrieri     Montaggio di Andrea Panarello
    watchfolder_TGR_SICILIA_WEB_698204_09.03.1 gurrieri arresti droga.mxf
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca