Sicilia
    23 Gennaio 2021 Aggiornato alle 19:06
    Cronaca

    Esplosione fabbrica di fuochi pirotecnici a Barcellona P. G.: 3 arresti

    Ai domiciliari i presenti responsabili della deflagrazione, il 20 novembre del 2019, che aveva provocato la morte di cinque persone e il ferimento di altre due. Sequestrate le due aziende IL VIDEO
    Credits © Tgr
    In apertura l'arresto, da parte dei carabinieri di Messina, di tre persone a Barcellona Pozzo di Gotto, responsabili di due ditte di fuochi d'artificio. Ai domiciliari, Vito Costa, titolari della Costa Vito e figli e Corrado e Antonino Bagnato, responsabili della ditta Bottega del ferro. 

    I provvedimenti sono scattati a seguito dell'esplosione, il 20 novembre del 2019, dello stabilimento di fuochi pirotecnici "Costa Vito e figli", che aveva provocato la morte di cinque persone e il ferimento di altre due. In questa fabbrica erano in corso dei lavori di adeguamento prescritti dalla Commissione Tecnica Territoriale per le Sostanze Esplodenti e diretti a elevare gli standard di sicurezza. I lavori erano stati appaltati alla ditta "Bottega del Ferro". I morti furono quattro operai di quest'ultima azienda, nonché la moglie dello stesso Costa. 

    Oltre agli arresti domiciliari, sono stati disposti il sequestro delle due aziende e l'interdizione a carico dei tre indagati dell'esercizio dell'attività imprenditoriale, per dodici mesi.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca