Siracusa

Morto dopo vaccino, periti: "Correlazione tra dose e decesso"

Il caso del militare Stefano Paternò. Disposto il dissequestro dei lotti Astrazeneca dopo i controlli in Olanda ma per i consulenti della Procura di Siracusa c'è un nesso causale col decesso

Morto dopo vaccino, periti: "Correlazione tra dose e decesso"
Tgr Sicilia
"La causa ed i mezzi del decesso di Stefano Paternò devono essere ricondotti all'arresto irreversibile delle funzioni vitali, consecutivo ad Ards (sindrome da di stress respiratorio acuto), e sussiste correlazione eziologica tra il decesso e la somministrazione del vaccino anticovid19 AstraZeneca". E' la conclusione alla quale sono giunti i consulenti della Procura di Siracusa che indaga sulla morte del 43enne Stefano Paternó, sottufficiale della Marina militare in servizio alla base di Augusta, in provincia di Siracusa, deceduto il 9 marzo  a Misterbianco, 15 ore dopo la prima dose del vaccino Astrazeneca. Non sarebbero state invece ravvisate condotte colpevoli del personale sanitario o parasanitario.
Intanto dopo le analisi specialistiche eseguite su alcuni campioni, disposto il dissequestro del lotto sotto indagine. "Nessuna anomalia", dice il procuratore di Siracusa Sabina Gambino. 

Intanto prosegue la campagna di vaccinazione, in arrivo nuove forniture Pfizer.

 Il servizio di Giuseppe Ardica