Strage di migranti, cinque cadaveri recuperati in mare

Sono stati trovati a Marinella di Selinunte, nel trapanese, nei pressi dell'imbarcazione spiaggiata utilizzata per la traversata. Due migranti sono ricoverati a Castelvetrano in condizioni non gravi

Cinque cadaveri sono stati recuperati sulla spiaggia di Marinella di Selinunte, nel territorio comunale di Castelvetrano (Trapani), dove si è spiaggiata un'imbarcazione utilizzata per la traversata da decine di migranti. I cinque corpi sarebbero arrivati sulla spiaggia trasportati dalle correnti. 

Nello specchio d'acqua antistante il luogo del ritrovamento si cercano altri corpi. Sono 31 le persone superstiti rintracciate e recuperate a terra dalle forze dell'Ordine. Si presume che a bordo del motopesca potessero esserci una cinquantina di persone. Era sembrato ai soccorritori di aver visto un sesto cadavere in mare ma si è poi appurato che si trattava solo di un giubbotto.

Così continuano le ricerche via terra e via mare, con i mezzi della Guardia costiera e forze dell'ordine e l'impiego anche di velivoli dell'Aeronautica militare.

Nel video l'imbarcazione spiaggiata, un motopeschereccio partito la scorsa notte dalle coste della Tunisia

Nel video il trasporto della prima salma. Le vittime al momento recuperate sono cinque, tutti uomini giovanissimi