Sicilia
    21 Settembre 2019 Aggiornato alle 13:59
    Cronaca

    Catania, sequestrate a un antiquario 14 statuette in avorio

    I manufatti non avevano le necessarie autorizzazioni per la vendita. Denunciato il titolare del negozio
    di Orazio Aleppo

    La Procura di Catania ha convalidato il sequestro di alcuni oggetti in avorio operato dai militari del nucleo carabinieri Cites in un esercizio commerciale del capoluogo etneo. I militari hanno verificato il rispetto della normativa relativa alla messa in vendita di oggetti realizzati con parti derivanti da specie incluse nella Convenzione di Washington. All’interno del negozio veniva notata una vetrina con diversi oggetti che apparivano di avorio. Il regolamento comunitario 338 del 1997  consente una deroga alla commercializzazione degli oggetti di cui è normalmente prescritto il possesso di un apposito certificato Cites, a condizione che siano lavorati e acquisiti da oltre 50 anni prima dell’entrata in vigore de regolamento (ante 1947). La documentazione richiesta ed esaminata permetteva di stabilire una data ante 1947 per alcuni dei  manufatti controllati, che pertanto risultavano quindi lecitamente in vendita, invece per 14 di essi il titolare non era in grado di esibire né i certificati né la prova della loro lavorazione e acquisizione in data precedente al 1947. Si tratta di statuine in avorio di dimensioni che variano da 13 a 30,5 centimetri raffiguranti divinità, animali e uomini o donne dell’oriente. 

    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altre foto da Cronaca