Sicilia
23 Aprile 2019 Aggiornato alle 12:37

Mistretta in festa per San Sebastiano

Fedeli e turisti nel borgo sui Nebrodi per assistere alla processione della Vara del santo che, secondo la tradizione, liberò il paese dalla peste. La trasmissione del ruolo di "portante" è per via ereditaria
di Maurizio Di Lucchio

Settanta uomini che corrono portando in spalla il santo che liberò il loro paese della peste. Una comunità che attende mesi per assistere a un rito nato quattrocento anni fa. È la processione della festa di San Sebastiano a Mistretta, nel parco dei Nebrodi. Una tradizione  che ancora oggi continua ad attirare devoti e curiosi anche da fuori, sia il 20 gennaio che durante la celebrazione estiva del 18 agosto. La Vara del Santo, una struttura in legno dorato costruita nel 1610, è sostenuta da sessantanove portanti scalzi e un superiore che dirige con un campanello. Davanti, trentasei fedeli conducono la Varetta con le reliquie e i ceri votivi.

I veri protagonisti della festa sono i portanti, anche perché il diritto al posto si trasmette per via ereditaria

Il rito comincia dal mattino. L'inserimento dei baiardi, i sostegni della vara, è tra i momenti più intensi. Nel pomeriggio, il percorso, a suon di musica, lungo le strade del borgo medievale. Un modo antico ma ancora entusiasmante per raccontare la cultura di un luogo.

Potrebbero interessarti anche...

Altri video da Arte & Cultura