Sicilia
    06 Luglio 2020 Aggiornato alle 05:54
    Cronaca

    Coronavirus, Musumeci chiede poteri sulle forze dell'ordine

    La Giunta regionale ha approvato un disegno di legge per attuare una norma mai utilizzata dello Statuto speciale. Permetterebbe proprio al Presidente della Regione di prendere in mano la gestione dell'ordine pubblico
    di Agnese Licata - montaggio: Fabio Grisafi

    È uno degli articoli mai attuati dello Statuto speciale siciliano: la gestione dell'ordine pubblico da parte del Presidente della Regione, in parte condivisa con lo Stato. Ora, di fronte al coronavirus, la Giunta Musumeci avvia l'iter per le norme di attuazione e approva un disegno di legge che dovrà poi arrivare alla commissione paritetica Stato-Regione e su fino al Presidente del consiglio e al Capo dello Stato. Da capire come esattamente i poteri di regione e stato, nel caso, coabiterebbero. Difficile comunque immaginare che questa proposta, a Roma, trovi una strada spianata, toccando uno degli aspetti fondanti di uno Stato: il monopolio della forza legittima

    Venendo alla situazione del contagio, in Sicilia, dal 28 marzo c'è un trend lento. Gli ultimi dati disponibili, quelli di giovedì, dicono che ci sono 73 positivi in più. Gli attuali contagiati sono 1606. I ricoveri aumentano di poche unità al giorno: sono 576, 8 più del giorno precedente mentre in terapia intensiva ci sono 73 persone.

    Tra gli ultimi contagiati, anche il vescovo di Caltagirone Calogero Peri. Ricoverato all'ospedale "Gravina", le sue condizioni sono definite stabili e si sta cercando di risalire alle persone incontrate negli ultimi giorni.

    Tra le 93 vittime in Sicilia di questa emergenza, c'è anche un 70enne di Scicli, nel ragusano, morto nell'ospedale di Modica. È la terza della provincia. Ieri aveva persona la vita una donna di 87 anni al policlinico di Messina. 

    Nel frattempo la Regione lavora per aumentare i posti letto e annuncia che l'ex Istituto  materno infantile di Palermo diventerà un Covid Hospital con 60 posti letto. I lavori sono in corso. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca