Sicilia
    18 Maggio 2021 Aggiornato alle 16:04
    Politica & Istituzioni

    Aziende agricole e crisi Covid: bando regionale da 15 milioni

    Si rivolge alle imprese che abbiano avuto una riduzione del fatturato di almeno il 60% durante i mesi del lockdown 2020. Assegni da mille a 15mila euro
    di Agnese Licata - immagini: Luigi Baiata - montaggio: Giuseppe Pitti

    Cercare di compensare una parte del fatturato perso dalle aziende agricole siciliane durante il lockdown di marzo 2020. E' questo l'obiettivo del bando che la regione pubblicherà domani e che è stato finanziato con 15 milioni di euro, che potrebbero salire a 20. Perché se è vero che il settore alimentare è stato uno dei pochissimi a non fermarsi mai, molti comparti - come la viticoltura - hanno risentito della ristorazione limitata all'asporto. 

    Discorso a parte per il florovivaismo, totalmente fermo per mesi. Per questo, l'assessore regionale Toni Scilla e il dirigente del dipartimento Dario Cartabellotta si aspettano che molte, se non tutte le 2mila aziende siciliane del settore presentino domanda. 
     
    Per poter accedere a questi aiuti a fondo perduto è però necessario dimostrare con una perizia di aver perso almeno il 60% del fatturato tra il 12 marzo-4 maggio, rispetto al 2019. Gli assegni andranno da un minimo di mille euro a un massimo di 15 mila. Risorse limitate che rischiano  di ridursi ulteriormente se - com'è facile immaginare - dovessero arrivare decine e decine di migliaia di domande. L'assessorato già immagina di dimezzare gli assegni per accontentare tutti: partendo da soli 500 euro. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Politica & Istituzioni