Sicilia
24 Settembre 2022 Aggiornato alle 23:19
Trasporti & Viabilità

Treni, nei primi sei mesi del 2022 in ritardo 1.800 corse

Il report del Comitato pendolari siciliani: perse in ritardi in media tre ore e mezza al giorno. Cancellate 660 corse su 25mila
di di Giuseppe Marino - montaggio: Maurizio Di Chiara

I pendolari mettono a fuoco luci e ombre del servizio ferroviario regionale in un'estate difficile a causa dei lavori con tante linee sostituite da bus. L'osservatorio del Comitato pendolari siciliani promuove i nuovi treni acquistati dalla Regione e messi in servizio negli ultimi anni.

Il comitato ha monitorato anche la puntualità di alcune delle linee più trafficate. Nei giorni feriali da dicembre a giugno scorso sono stati monitorati 25mila treni riscontrando ritardi totali per oltre 34mila minuti. In totale fanno tre ore e mezza in media al giorno perse dai viaggiatori. A non arrivare puntuali 1.800 treni su 25.000, circa il 7 per cento, dato pesante ma non disastroso.

E spesso a causare i ritardi sono anche problemi strutturali e di programmazione. A Cefalù la sera alle 21 i treni per Palermo e per Messina viaggiano a un minuto di distanza. I viaggiatori devono attraversare i binari per raggiungere la stretta piattaforma su cui parte la corsa per Palermo. Quella per Messina deve entrare in stazione in ritardo per evitare rischi ai viaggiatori.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Trasporti & Viabilità