Toscana
15 Dicembre 2018 Aggiornato alle 19:19
Cronaca

Nomadelfia, rubato il calice di Papa Paolo VI

Era stato realizzato da un orafo milanese e lasciato alla comunità da monsignor Bruno Bossi che a Nomadelfia aveva trascorso gli ultimi anni di vita dopo essere stato il segretario di Papa Montini
Credits © Tgrweb il tesoro di don zeno
il tesoro di don zeno
Furto alla comunità cattolica di Nomadelfia, a Grosseto: è scomparso il calice appartenuto a Papa Paolo VI, realizzato da un orafo milanese. Un dono che era stato lasciato alla comunità da monsignor Bruno Bossi che a Nomadelfia aveva trascorso gli ultimi anni di vita dopo essere stato il segretario di Papa Montini. I ladri sarebbero entrati nell'edificio bucando il muro di cemento armato che ospita gli uffici della comunità. Sparite anche targhe, premi (tra cui il Grifone d'Oro, la massima onorificenza del Comune di Grosseto) e 1.500 euro della cassa comune. 

Potrebbero interessarti anche...

Altri articoli da Cronaca