Toscana
    05 Dicembre 2020 Aggiornato alle 19:29
    Economia & Lavoro

    Piano Jsw, sindacati scettici

    A 24 ore dalla presentazione a Piombino del piano industriale delle acciaierie Jsw arrivano le critiche dei sindacati
    Credits © rai jindal
    jindal
    "Dopo il confronto con i lavoratori, siamo sempre più convinti di non aver partecipato alla tanto attesa presentazione del piano industriale" di Jsw Steel Italy che "è apparso esclusivamente un evento di natura propagandistica". Così Fim, Fiom e Uilm che chiedono un incontro urgente al Mise. "La sensazione - sottolineano i sindacati in una nota unitaria - è che per fini elettorali si sia voluto anticipare questa presentazione e questi annunci ma che sia l'azienda che il Governo non fossero ancora adeguatamente preparati. Basti pensare che solo questo venerdì si dovrebbe concludere l'intesa che permetterebbe ad Invitalia di entrare nel capitale sociale con 30 milioni. Un'entrata che come Fim-Fiom-Uilm giudichiamo, se sarà confermata, come la vera notizia positiva dell'evento di ieri insieme all'anticipazione, anche questa da capire meglio, che nel Decreto Semplificazioni dovrebbero avere garantito una percentuale significativa di produzione pluriennale di rotaie per Rfi". I sindacati ritengono che "le dichiarazioni fatte da Carrai, in merito ai numeri occupazionali nell'ambito siderurgico, siano non solo inaccettabili, ma completamente al di fuori della realtà. L'annuncio che apprezziamo di voler salvaguardare tutta l'occupazione per tutta la durata del Piano, che arriva al 2025, non può comunque lasciarci tranquilli. Occorrono le garanzie di copertura di ammortizzatori sociali per una durata così lunga" e "occorre un piano che rilanci finalmente il lavoro e non fatto ancora solo di sussidi economici. Per discutere davvero di un piano 9ndustriale quindi occorre un incontro urgente con il ministero dello Sviluppo economico". (ANSA). COM-ROS 16-SET-20 18:47 NNNN
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro