Toscana
    24 Ottobre 2021 Aggiornato alle 19:44
    Cronaca

    Don Francesco resta ai domiciliari ma lascerà la canonica

    Interrogatorio di garanzia per il parroco, arrestato per spaccio e importazione di stupefacenti e appropriazione indebita
    Credits © tgr Don Francesco Spagnesi, il parroco arrestato a Prato
    Don Francesco Spagnesi, il parroco arrestato a Prato
    E' durato circa tre ore l'interrogatorio di garanzia degli arresti nei confronti del parroco quarantenne, ai domiciliari nella canonica della chiesa de la Castellina a Prato. Per lui le accuse sono importazione e spaccio di cocaina e della cosiddetta "droga dello stupro" e di appropriazione indebita: il religioso avrebbe sottratto decine di migliaia di euro dalle casse della parrocchia (chiedendo soldi anche ai credenti) per organizzare festini nella casa del compagno a base di sesso e droga. Lascerà la canonica per continuare la detenzione domiciliare in altri locali, scelti insieme alla diocesi pratese. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca