78 anni dalla strage di Sant'Anna di Stazzema

12 agosto 1944. L'eccidio nazifascista fece 560 vittime. Le parole del presidente della Regione Giani e della Presidente del Senato Casellati

78 anni dalla strage di Sant'Anna di Stazzema
Tgr Rai
12 agosto 1944, Sant'Anna di Stazzema. La vittima più giovane, Anna Pardini aveva solo 20 giorni. 560 persone tra cui molti bambini, donne e anziani persero la vita in una delle più drammatiche stragi nazifasciste della storia del nostro Paese. La Toscana non dimentica". Lo scrive il presidente della regione Toscana Eugenio Giani nel giorno della ricorrenza della strage perpetrata dai nazisti
"L'eccidio di Sant'Anna di Stazzema rappresenta una delle ferite più profonde inferte dal nazifascismo al nostro Paese. Quella mattina del 12 agosto 1944 l'essenza stessa dell'umanità veniva violata dal massacro di 560 vittime civili inermi, tra cui anziani, donne e 130 bambini. A 78 anni di distanza la memoria di quella strage ci ricorda che il ripudio della guerra e della violenza è un dovere imprescindibile per la nostra Repubblica e uno dei pilastri su cui essa stessa è stata fondata". Lo ha dichiarato il Presidente del Senato Elisabetta Casellati. 
Nell'occasione verrà sottoscritto il Protocollo d'intesa per  la costituzione  della Rete dei Comuni toscani teatro di stragi ed eccidi nazifascisti.