Toscana
    13 Ottobre 2019 Aggiornato alle 19:15
    Sport

    Errori e polemiche al Trofeo Montelupo

    I battistrada mancano la curva che porta al rettilineo finale: il più veloce ad accorgersene (e a vincere) è Davide Masi
    di Edoardo Chiozzi

    Un percorso abbreviato per evitare problemi all'uscita dallo stadio di Empoli, quello del Trofeo Montelupo Fiorentino-Città della Ceramica. Restano però un paio di salite impegnative nel tracciato disegnato sulle strade della Val di Pesa. Numerosi i tentativi di fuga: quello che ha successo nasce però solo negli ultimi chilometri, quando una dozzina di corridori si avvantaggia rispetto al resto del gruppo. Si va verso uno sprint a ranghi ridotti quando a poche centinaia di metri dall'arrivo accade l'episodio che accenderà le polemiche del dopogara: i battistrada sbagliano strada all'imbocco del rettilineo conclusivo. Il più rapido a fare marcia indietro è Davide Masi, pistoiese della Mastromarco Sensi Nibali. E' lui a tagliare per primo il traguardo con una manciata di metri di vantaggio sul campione toscano elite Riccardo Marchesini, della Pitti Shoes-Tripetetolo, e sul proprio compagno di squadra Tommaso Nencini. Giornata trionfale per la Mastromarco, che riesce a piazzare 4 atleti tra i primi 10.

    ORDINE DI ARRIVO
    1) Davide Masi (Mastromarco Sensi Nibali TLC) Km 138 in 3h19’, media Km/h 41,608
    2) Riccardo Marchesini (Pitti Shoes-Pol. Tripetetolo) a 3”
    3) Tommaso Nencini (Mastromarco Sensi Nibali)
    4) Valter Ghigino (Team Cinelli)
    5) Manuel Allori (Team Franco Ballerini Albion)
    6) Gabriele Ninci (Mastromarco Sensi Nibali) a 10”
    7) Leonardo Aposti (Maltinti Banca Cambiano)
    8) Luca Roberti (Mastromarco Sensi Nibali)
    9) Luigi Pietrini (Maltinti Lampadari Banca Cambiano)
    10) Nicholas Cianetti (Pitti Shoes Pol.Tripetetolo) a 15”
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Sport