A rischio soprattutto le strade urbane

Incidenti stradali. Nel 2017 in Trentino 1.980 feriti e 29 morti

Guida distratta, distanza di sicurezza e velocità le prime cause. La statistica è di ACI e Istat

Incidenti stradali. Nel 2017 in Trentino 1.980 feriti e 29 morti
TgrTrento
In Trentino lo scorso anno 29 persone sono morte in incidenti stradali e quasi duemila sono rimaste ferite. Numeri impressionanti sui quali l'Automobile Club di Trento pone ancora una volta l'attenzione. Il dato è fornito da Aci e Istat. 

Dunque nel 2017 in provincia di Trento ci sono stati 1350 incidenti stradali e sono le strade urbane quelle più a rischio. Quanto alle cause nell'ordine sono guida distratta, distanza di sicurezza e velocità.
Le persone maggiormente coinvolte sono i guidatori fra i 30 e i 54 anni e oltre i 65 anni. Il mese con più incidenti è giugno.  

L'ACI è impegnata da molti anni sul tema sicurezza, a cominciare dalle scuole.
Il direttore dell'ACI di Trento Alberto Ansaldi ricorda  come i progetti “TrasportAci”, “A passo sicuro” e “2 Ruote sicure” hanno interessato dall’inizio dell’anno oltre 300 studenti tra i 5 e 10 anni. Più di 60 neo genitori hanno partecipato ai corsi di formazione/informazione sul tema del trasporto sicuro dei neonati e dei bambini.

Ma ecco nel dettaglio la statistica sugli incidenti in Trentino nel 2017 (dati ACI/ISTAT)

I LUOGHI A RISCHIO: 
534 gli incidenti sulle strade urbane con 3 morti e 677 feriti, 232 su altra strada entro l’abitato con 3 morti e 334 feriti, 502 su strada provinciale, regionale o statale fuori dell’abitato con 15 morti e 814 feriti, seguono le autostrade (58 incidenti, 6 morti e 113 feriti) e le altre strade fuori dall’abitato (30 incidenti, 2 morti e 42 feriti). 
LE CAUSE
Prime cause: mancato rispetto dei segnali, guida distratta e velocità. 
Guida distratta (385), distanza di sicurezza (190) e velocità elevata (140) sono le prime tre cause di incidente. Tra le altre più rilevanti: mancato rispetto dei segnali (185), contromano (73) e manovra irregolare (40) .
QUANDO?
I mesi estivi sono il periodo con il maggior numero di incidenti. Giugno è il mese più pericoloso con 159 incidenti, segue agosto con 147 e luglio con 140. Gennaio è il mese con il minor numero di incidenti (70).
CHI E' A RISCHIO? 
La fascia d’età più a rischio risulta essere quella tra 30-54 anni (12); seguono gli anziani oltre i 65 anni (7). Nel 2017 si sono registrate 17 vittime tra conducenti e passeggeri di autovetture, 2 tra sui veicoli industriali/commerciali, 9 motociclisti, 1 tra i ciclisti.