Trento
20 Marzo 2019 Aggiornato alle 17:04
Economia & Lavoro

Nel 2018 esportazioni record dal Trentino: quasi 4 miliardi di euro

Sono cresciute del 6.4% soprattutto con prodotti dell'attività manifatturiera. Ottimi risultati le vendite di macchinari, apparecchi, mezzi di trasporto, sostanze e prodotti chimici. Il mercato principale in Europa rimane la Germania
Credits © @tgrTrento La sede della Camera di Commercio
La sede della Camera di Commercio
I dati Istat 2018 elaborati dall'ufficio studi e ricerche della Camera di Commercio.
Come avvenuto nel 2017, il valore delle esportazioni trentine di merci nel corso del 2018 ha nuovamente raggiunto livelli record ed è risultato pari a 3.914 milioni di euro, segnando un aumento del 6,4%.
Sempre nello scorso anno, il valore delle importazioni di merci è stato di 2.670 milioni di euro con un incremento del 13,4% rispetto all’annata precedente. Il saldo positivo della bilancia commerciale si è dunque assestato sul valore di 1.244 milioni di euro.
L’accelerazione delle esportazioni dalla provincia di Trento deriva in particolare dagli ottimi risultati nelle vendite all’estero dei macchinari e apparecchi (+105 milioni di euro rispetto al 2017), dei mezzi di trasporto (+54 milioni) e delle sostanze e prodotti chimici (+40 milioni).
Le esportazioni sono costituite principalmente da prodotti dell’attività manifatturiera (95,9% del valore complessivo). La quota maggiore è da attribuire ai “macchinari ed apparecchi” (21,3%), seguono i “prodotti alimentari, bevande e tabacco” (15,9%), i “mezzi di trasporto” (15,1%), le “sostanze e i prodotti chimici” (9,7%) e il “legno, prodotti in legno, carta e stampa” (8,1%).
Per quanto riguarda le importazioni, al primo posto si collocano i “mezzi di trasporto” con il 21,2%, seguiti da “legno, prodotti in legno, carta e stampa” con il 14,9% e dalle “sostanze e prodotti chimici” con il 12,5%.
Nel 2018 l’Unione europea (28 Paesi) ha assorbito il 66% delle esportazioni; dalla medesima zona è derivato l’80,7% delle importazioni. L’Unione europea rappresenta quindi la principale direttrice per l’interscambio di merci con l’estero; nello specifico, si evidenzia un aumento rispetto al 2017 sia nelle esportazioni (+4,7%) che nelle importazioni (+12,4%). Al primo posto si conferma la Germania che rappresenta per il territorio provinciale il mercato verso cui si sono dirette merci per un valore superiore ai 700 milioni di euro, pari al 18,0% delle vendite effettuate sui mercati internazionali. Seguono a distanza gli Stati Uniti con più di 434 milioni di euro (pari all’11,1% delle esportazioni complessive) e Francia (368 milioni di euro, 9,4%).

 

 

Potrebbero interessarti anche...

Altri articoli da Economia & Lavoro