Trento
09 Dicembre 2019 Aggiornato alle 13:22
Media

A Trento la manifestazione per la libertà d'informazione

"No tagli, no bavagli" lo slogan della campagna del sindacato dei giornalisti
Credits © TgrTrento Giuseppe Giulietti, presidente Federazione nazionale stampa
Giuseppe Giulietti, presidente Federazione nazionale stampa
L'annunciata chiusura di Radio Radicale per il taglio dei fondi governativi all'emittente sarà al centro della prima manifestazione sulla libertà d'informazione giovedì 2 maggio a Palazzo Geremia a Trento.

La manifestazione è organizzata dalla Fnsi e dai sindacati dei giornalisti del Trentino Alto Adige, del Friuli Venezia Giulia e del Veneto, con Articolo 21 e l'Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa.

Saranno presenti il presidente di Articolo 21 Paolo Borrometi (uno dei 21 giornalisti italiani sotto scorta), la segretaria  del Sindacato Giornalisti Veneto Monica Andolfatto finita nel mirino dei casalesi, il presidente dell'Assostampa Friuli Venezia Giulia Carlo Muscatello e il presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti che rilanceranno la campagna "No tagli, no bavagli"

Porteranno le loro testimonianze la ricercatrice turca di Obct Fazila Mat e delle giornaliste siriana Asmae Dachan, Antonella Napoli, Donato Ungaro.

La scelta di Trento, città Antonio Megalizzi reporter vittima del terrorismo a Strasburgo, non è casuale: segue il filo rosso del XXVIII congresso FNSI che si è tenuto a Levico attorno al tema “L’informazione non è un algoritmo”  e il Protocollo sulla cultura dell’informazione, siglato dal Sindacato e Ordine dei giornalisti con la Provincia di Trento per contrastare, con corsi di formazione nella scuole trentine, le fake news e il linguaggio dell’odio.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Media