Trento
13 Dicembre 2019 Aggiornato alle 05:54
Cronaca

I pacchi non arrivano, 70enne rapina le poste

Casco in testa e pistola giocattolo, così un uomo della val di Fassa - arrabbiato con Poste Italiane per dei pacchi mai recapitati - ha cercato di svaligiare l'ufficio postale di Canazei. E' stato arrestato. Si trova nel carcere di Spini
Credits © Rai Tgr L'ufficio postale della tentata rapina
L'ufficio postale della tentata rapina
Una rapina all'ufficio postale sembra storia d'altri tempi, non avveniva da anni - dichiarano gli stessi carabinieri - e la dinamica, un 70enne che punta una pistola giocattolo verso le due impiegate per chiedere dei soldi - 800 euro - dalla cassa è ancora più insolita.
Ciò che ha spinto  un idraulico della val di Fassa a varcare quella soglia con il volto coperto da un casco è stato - ha raccontato ai carabinieri - un antico rancore nei confronti di Poste italiane: due pacchi, due regali che avrebbe inviato alla nipote ma che non sarebbero mai arrivati a destinazione.
Uno schock per le impiegate quella pistola risultata poi un giocattolo - impiegate che sono riuscite comunque a dare l'allarme, e una insolita situazione per i carabinieri che lo attendevano all'uscita dopo aver attivato un piano anti rapina e che si sono visti davanti un uomo di 70 anni. Dopo aver verificato la non pericolosità dell'arma, hanno abbassato la soglia di allarme e lo hanno accompagnato in caserma, a Cavalese.
Ma poi, per lui, si sono aperte le porte del carcere di Trento. Verrà sentito dal magistrato giovedì o venerdì.
watchfolder_TGR_TRENTO_WEB_464970_Rapina alle Poste Buselli.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca