Trento
22 Gennaio 2020 Aggiornato alle 18:05
Cronaca

Definito il piano dalla Giunta

Lingue straniere, ecco le novità per inglese e tedesco

Abolito il Clil obbligatorio, le ore di insegnamento aggiuntive saranno decise dalle singole scuole. Per Rossi, però, non è un vero potenziamento
Credits © @Tgr Circa 5700 i futuri studenti delle superiori
Circa 5700 i futuri studenti delle superiori
Insegnamento delle lingue straniere nelle scuole trentine. 
La Giunta ha definito le novità per inglese e tedesco: il Clil non è più obbligatorio; oltre alle ore di insegnamento curricolari saranno previste ore di insegnamento della lingua straniera (3 alla settimana nelle scuole dell'obbligo, 60 all'anno alle superiori) , un monte ore che potrà essere garantito anche utilizzando le ore opzionali facoltative.
In quinta superiore una disciplina non linguistica sarà insegnata per il 50 per cento in Clil.
Non è vero potenziamento per Ugo Rossi, che aveva introdotto l'obbligo del Clil; solo nelle scuole dove il metodo era già consolidato si continuerà a praticarlo, spiega il capogruppo Patt. In tutte le altre verrà abbandonato e si tornerà ai metodi tradizionali. 
La Giunta ha deliberato anche sul  tempo scuola: se il numero di richieste e la logistica lo consentono, ogni scuola potrà formare classi con orario su 6 giorni.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca