Trento
07 Luglio 2022 Aggiornato alle 19:01
Società

"Abbiamo bisogno di mascherine e guanti". L'appello del Punto d'Incontro

"La casa di chi non ha casa" chiede aiuto. "Abbiamo un bisogno costante di dispositivi di protezione"
Credits © TgrTrento La sede del
La sede del "Punto d'incontro" a Trento

La cooperativa Punto d'Incontro lancia un appello ai cittadini per reperire mascherine, guanti in lattice e disinfettanti. Dispositivi di sicurezza indispensabili per far fronte all'emergenza coronavirus, anche nell'accoglienza e nei servizi per senza fissa dimora. Un appello che arriva contemporaneamente alla richiesta al Comune di Trento dell'Assemblea antirazzista, che riunisce 25 associazioni trentine, affinché la cooperativa non sia lasciata da sola in questa fase così delicata.

"Al Punto d'Incontro le persone senza dimora che ospitiamo ci dicono: vorrei restare a casa, ma qual è la mia casa?", si legge nell'appello della cooperativa. "Oltre alle risposte ai bisogni
primari, si cerca di ridare conforto e vicinanza a chi, senza casa e senza famiglia, sta in questi giorni vivendo momenti di particolare tensione e di paura sentendosi ancora più solo. Non
è facile, perché le difficoltà sono tante, dobbiamo aumentare ore agli operatori, aumentare i passaggi delle pulizie, disinfettare costantemente ogni superficie, e soprattutto i
bagni e le docce, cercando di tutelare al massimo "la casa di chi non ha casa. 
Allo stesso tempo i dispositivi di protezione quando si riescono a trovare sono costosissimi".

Per questo gli operatori chiedono una mano: "Aiutaci portando mascherine, guanti in lattice e disinfettanti, oppure sostienici con una donazione tramite bonifico bancario per le attività della Cooperativa nell'emergenza Covid-19".


					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Società