Trento
    10 Agosto 2020 Aggiornato alle 13:39
    Scuola

    Wood Card la tessera ecologica

    Dal legno di Vaia, la tessera ecologica del Liceo Rosmini di Rovereto

    Badge, skipass, abbonamento ai mezzi pubblici. L'idea degli studenti: tessere ecologiche senza plastica, ma realizzate con il legno dei boschi trentini
    Credits © Liceo Rosmini La carta ecologica del Rosmini di Rovereto
    La carta ecologica del Rosmini di Rovereto
    No alla plastica, sì al legno: i ragazzi della 4Gr del Liceo Rosmini di Rovereto hanno ideato la Wood Card: una tessera ecologica ricavata dal legname recuperato dalla tempesta Vaia.
    L'idea è nata partecipando all’iniziativa Green Jobs, che propone agli studenti di sviluppare un'idea di business green, insomma di sperimentare l’avviamento di una mini-impresa green.
    I ragazzi sono partiti da una constatazione: nel portafoglio di una persona sono presenti mediamente 40 grammi di plastica di varie tessere indispensabili per la vita di tutti i giorni.
    Periodicamente queste tessere si consumano o scadono e devono essere sostituite e smaltite.
    Ecco allora l'idea di una card ecologica, fatta di legno. E perché non il legno dei boschi devastati dalla tempesta Vaia?
    «Green Jobs – spiegano i ragazzi - ci ha permesso di ideare e realizzare una tessera utilizzabile in primis da noi ragazzi come badge scolastico e successivamente allargarne l'uso, proponendo il prodotto a diverse imprese locali ed aziende di vario tipo. Il prodotto ha le potenzialità di poter essere adoperato in altri ambienti, come ad esempio skipass, tesserino di abbonamento ai mezzi pubblici, tessera di riconoscimenti per aziende, comitati, società ecc.».
    La Wood Card potrebbe essere impiegata anche come tessera/apri porta per gli alberghi o fidelity card.
    Con il loro progetto i ragazzi parteciperanno a varie competizioni: l’audizione territoriale e la Fiera Green Jobs.  Le mini-imprese green vincitrici a livello regionale (gara il 15 maggio) parteciperanno alla Fiera Green Jobs nazionale il 21 maggio; entrambe le competizioni avverranno online

    Il programma è sostenuto da fondazioni di origine bancaria aderenti all’ACRI, tra cui Caritro.
    I ragazzi hanno seguito delle lezioni in classe e incontri e videoconferenze online con i referenti del progetto, con gli esperti green e i Dream Coach (Filippo Galeotti e Emanuele Guarino dell’azienda Volta g.e. (green energy) – la professoressa referente del progetto per la scuola Lucia Candioli -  hanno potuto conoscere i temi della sostenibilità ambientale e dell’imprenditorialità cercando di dare vita a una mini-impresa Green Jobs. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Scuola