Trento
    09 Agosto 2020 Aggiornato alle 19:56
    Economia & Lavoro

    L'assemblea

    Cooperazione. E' Roberto Simoni il nuovo presidente

    Fumata bianca al primo turno per il presidente del Sait che ha ottenuto oltre 400 voti. Girardi ha ottenuto 216 voti, 174 per Gios
    Credits © Tgr Trento Roberto Simoni
    Roberto Simoni
    Roberto Simoni, 59 anni, è il nuovo presidente della Cooperazione Trentina. E' stato eletto al primo turno con 423 voti.

    216 voti sono andati all'avvocato Andrea Girardi, 174 a Geremia Gios.

    Scrutinio che si è prolungato a lungo a causa di alcuni voti contestati, ma Simoni ha superato con un margine di sicurezza il quorum di 407 voti.

    Ecco la prima dichiarazione a caldo di Simoni raccolta da Gianfranco Benincasa.
     
     
    watchfolder_TGR_TRENTO_WEB_578862_battuta simoni.mxf
    L'assemblea si è tenuta all'Acquaviva con 269 soci "in presenza", ma - grazie alle deleghe - è stato esercitato dal 92 per cento dei voti disponibili.

    Al palco si sono presentati i tre candidati: Roberto Simoni, 59enne commercialista di Pinzolo, presidente del Sait; l’avvocato, ex Presidente di A22 e attuale amministratore di Itas Mutua, Andrea Girardi e il docente universitario di Economia Agraria e presidente della Cassa Rurale di Rovereto, Geremia Gios.

    Tre contendenti per accaparrarsi il posto sulla plancia di comando che, fino a pochi mesi fa, è stato di Marina Mattarei.

    Tre visioni diverse della Cooperazione e del ruolo di questo gigante che, in Trentino, ha un valore complessivo che supera i 2 miliardi.

    Ricordiamo che la Federazione riunisce 445 società attive in tutti i settori produttivi e le società possono esprimere da 1 a 5 voti in base alle quote di capitale versate, in rapporto al numero dei rispettivi soci. In totale parliamo di 875 voti: il 92% dei votanti, oggi, è presente o fisicamente o con delega. 

    Qui gli eletti in Consiglio di Amministrazione:
     
    Tra i consiglieri ‘trasversali’ sono stati eletti (in ordine di preferenze) Luca Rigotti (Gruppo Mezzacorona), Alberto Carli (Computer Learning), Paolo Fellin (Vales) e Paolo Spagni (Fc Atesina).

    Non ce l’hanno fatta Filippo Bazzanella, Roberto Tonezzer, Luca Riccadonna (primo dei non eletti), Nadia Pedot, Paolo Fellin, Tomaso Bergamo.

    SETTORE AGRICOLO: (sempre in ordine di preferenze, anche i successivi): Michele Odorizzi (Melinda) per quello frutticolo, Lorenzo Libera (Cavit) in rappresentanza del comparto vitivinicolo, Renzo Marchesi (Concast – Trentingrana) per zootecnico e lattiero-caseario e Rodolfo Brochetti (La Trentina) . 
    SETTORE CREDITO: Claudio Valorz (Cr Val di Sole), Enzo Zampiccoli (Cr Alto Garda), Adriano Orsi (Cr Alta Vallagarina) e Mauro Mendini (Cassa Rurale Rotaliana e Giovo). 
    SETTORE CONSUMO: Paola Dal Sasso (Fc Val di Fiemme), Francesca Broch (Fc Primiero), Heinrich Grandi (Sait) e Aldo Marzari (Fc Vattaro e Altipiani). 
    SETTORE SOCIALI E ABITAZIONE: Serenella Cipriani (Consolida, Gruppo 78), Italo Monfredini (Spes) e Francesco a Beccara (Alpi).
    SETTORE PRODUZIONE LAVORO E SERVIZI (3 posti): Pamela Gurlini (Ecoopera), Germano Preghenella (Cla, Multiservizi) e Steno Fontanari (Mpa Solutions). 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro