Trento
27 Settembre 2020 Aggiornato alle 19:15
Ambiente

SAT e Alpini insieme per ripristinare il sentiero per il Rifugio Brentari

Il lavoro, lungo e impegnativo, richiede una settimana di tempo. Più di quindici gli uomini al lavoro
Credits © Sat Sat ed Esercito insieme sul sentiero E327
Sat ed Esercito insieme sul sentiero E327
Alpini e volontari della Sat insieme al lavoro per  una settimana per ripristinare il sentiero E327 che porta al rifugio Cima d'Asta.
Un lavoro impegnativo, che coinvolge dieci uomini del 7° Reggimento Alpini di stanza a Belluno e 6-7 volontari della SAT, della sezione del Tesino e della Commissione Sentieri.
Il sentiero parte da malga Sorgazza (1450 metri di quota a 11 km da Pieve Tesino), segnavia SAT E327, percorre la strada forestale in Val Sorgazza fino alla partenza della teleferica per il rifugio Cima d'Asta e risale “il Bualon”, passa dai ruderi della Baita del Pastore (2131 metri di quota) e in tre ore arriva al rifugio Cima D'Asta “Ottone Brentari”.
“Il versante è molto ripido – spiega il Presidente della Commissione Sentieri SAT Tarcisio Deflorian - e il piano di calpestio risulta eroso dalle piogge. Inoltre le scorciatoie create negli anni sui molti tornanti hanno oltremodo danneggiato il tracciato".
Un intervento particolarmente lungo e faticoso, realizzabile solo grazie alla collaborazione fra molti uomini.
Concluderà i lavori una cerimonia, nel pomeriggio di sabato 19 settembre, a Malga Sorgazza.  
La SAT invita anche tutti gli escursionisti che percorrono il sentiero e gli atleti che amano la corsa in montagna al rispetto del sentiero seguendone il suo tracciato così come è stato ripristinato, evitando di aprire scorciatoie, proprio per non vanificare gli interventi realizzati.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente