Trento
23 Luglio 2021 Aggiornato alle 19:03
Cronaca

Ottimista per il Natale: sarà relativamente tranquillo

Peggiorerà prima di migliorare: l’analisi dei dati di Roberto Battiston

Per fisico dell'università di Trento il picco è previsto per il 27 novembre, poi il numero di contagiati dovrebbe abbassarsi rapidamente
Credits © robertobttiston.it il grafico di previsione elaborato da Battiston ottimista sul prossimo futuro
il grafico di previsione elaborato da Battiston ottimista sul prossimo futuro
A fine Novembre i contagiati in Italia potrebbero essere oltre 900 mila. Da questa data però la situazione dovrebbe migliorare abbastanza rapidamente tanto da consentirci un Natale relativamente tranquillo.
La previsione è del fisico dell’università di Trento Roberto Battiston e deriva dall’analisi dei dati relativi all’epidemia di Covid 19.
 
“se verrà confermata la tendenza iniziata con l’ultimo dmpc del 3 novembre e le sue misure restrittive potremo confermare la previsione di un rapido miglioramento della situazione nel mese di dicembre” sintetizza Battiston “certo i dati sono in continua evoluzione e eventuali aperture o ulterori chiusure potranno modificare la situazione”
 
Prima e seconda ondata
La seconda ondata è caratterizzata da un minore tasso di crescita dell’infezione (oltre cinque volte minore rispetto alla primavera) ma si innesta su un numero maggiore di casi di partenza. Il risultato è stato una crescita numerica vertiginosa dei nuovi contagi. “A scatenare l’impennata dei grafici è stata la scuola” sottolinea Battiston “un sistema capace di muovere oltre 30 milioni di persone (tra insegnanti, studenti e famiglie)”
Rispetto alla prima ondata però la matematica ci dice che potremmo contare su un recupero molto più rapido
 
La certezza statistica
Considerata la grande mole di dati a disposizione (riferita all’intera popolazione italiana) il fisico dell’università di Trento è sicuro dell’afidabilità delle previsioni.
Più difficile esprimersi sull’andamento dell’epidemia in Trentino per una popolazione poco numerosa (per i criteri statistici)  e dati altalenanti, difficili da interpretare. "Solo se l'amministrazione pubblica fornirà dati veritieri e affidabili saremo in grado di prevedere con sicurezza l'andamento dell'epidemia e muoverci di conseguenza" l'appello di Roberto Battiston

per approfondire robertobattiston.it
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca