Trento
07 Marzo 2021 Aggiornato alle 20:00
Cronaca

FRASSILONGO

Omicidio Agitu, arrestato il collaboratore. Moventi economici e sessuali

L'uomo, un ghanese di 32 ha confessato il delitto nella notte. Reclamava uno stipendio non pagato, ma la Procura indaga anche sui risvolti sessuali del delitto
Credits © TgrTrento Agitu Ideo Gudeta
Agitu Ideo Gudeta
watchfolder_TGR_TRENTO_WEB_624185_Arresto omicidio Agitu - CARLETTI.mxf
E' stato arrestato nella notte, il presunto omicida di Agitu Ideo Gudeta, l'allevatrice di origini etiopi trovata senza vita ieri sera nella sua abitazione di Frassilongo, in Val dei Mocheni, colpita a martellate. Si tratta di un suo collaboratore, che ha confessato ai carabinieri di aver colpito la donna durante una lite per motivi economici ma anche di averle usato violenza.
E' arrivato dunque in poche ore l'esito dell'indagine condotta dai Carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana e del Reparto operativo di Trento, comandati rispettivamente dal capitano Alfredo Carugno e dal ten. colonnello Michele Capurso. A coordinare le indagini il sostituto Procuratore del Tribunale di Trento Giovanni Benelli.  
Suleiman Adams, arrestato per l'omicidio di Agitu IdeoSuleiman Adams, arrestato per l'omicidio di Agitu Ideo
L'uomo arrestato, Suleiman Adams, ghanese di 32 anni, ha detto che reclamava uno stipendio che non sarebbe stato corrisposto. Nell'impresa di Agitu, si occupava del pascolo delle capre. 
L'omicidio è avvenuto nella mattinata di martedì. L'uomo l'ha colpita con un martello e le ha inferto almeno cinque colpi, poi si è nascosto nella stalla, che dista qualche chilometro. Qui è stato trovato a sera dai carabinieri.
Oltre al movente economico, ci sarebbero anche dei risvolti di violenza sessuale; lo afferma il Procuratore Capo di Trento Sandro Raimondi esprimendo il proprio cordoglio per la morte di Agitu Ideo.
Agitu al mattino aveva un appuntamento con un tecnico per dei lavori di casa, ma non si è presentata. Nel pomeriggio i vicini l'hanno cercata e si sono insospettiti considerando che lei non rispondeva al telefono.  Poi sono entrati in casa (erano in possesso delle chiavi) ed hanno trovato il corpo al piano superiore. Hanno avvisato i carabinieri che hanno indirizzato i loro sospetti sul collaboratore di Agitu.

Adams è stato condotto nella caserma dei carabinieri di Borgo Valsugana, dopo una notte di indagini e interrogatori svolti dai militari fra vicini e conoscenti della vittima.  L'uomo ha confessato ed ora è in carcere a Trento.

L'avvocato Carlin, che difende Adams, ha spiegato che da due mesi l'uomo era stato nuovamente richiamato a collaborare nell'azienda dalla vittima.
In Ghana ha moglie e due bambini ai quali spediva i soldi guadagnati in Italia. Ha detto di "aver perso la testa perché non aveva ricevuto un mese di paga", una cifra di un migliaio di euro. Ha detto che è pentito e mai rifarebbe quel che ha fatto. 
Omicidio Agitu, la casa di FrassilongoOmicidio Agitu, la casa di Frassilongo
La casa di Agitu Ideo a Frassilongo posta sotto sequestroLa casa di Agitu Ideo a Frassilongo posta sotto sequestro
Fiori per Agitu, nel negozio di Piazza Venezia a TrentoFiori per Agitu, nel negozio di Piazza Venezia a Trento
Un ritratto di Agitu con una delle sue capreUn ritratto di Agitu con una delle sue capre
Agitu IdeoAgitu Ideo

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca